giovedì 3 agosto 2017

Fermo davanti all'oblò della lavatrice

Qualche giorno fa, a Ødis Brandrup, ero fermo davanti all'oblò della lavatrice aspettando che finisse il programma di lavaggio. Quando sono entrato nella lavanderia, sul display lampeggiava un giallo numero 3. Cosa faccio? Aspetto? o torno nella sala da pranzo dove il convivio continua? No, aspetto. Sono solo 3 minuti... Ma 3 minuti davanti ad un oblò muto sono interminabili!
Credo che ogni passo di Toni o di Aurora Alba è di per sé radicale, in perfetta simbiosi con il tempo ed oggi sono fermamente convinto che è perfettamente inutile cedere all'idea d'affrettarci quando la drammaturgia del nostro cammino gode di questi sostegni ineluttabili. Con la certezza d'essere sempre nei giusti passi entriamo nelle case dei nostri ospiti.
L'anno scorso succedeva che ogni sera bussavamo ad una porta per domandare aiuto, chiedendo un prato erboso per AuroraAlba e Toni e un po' di fieno per la notte. Lo facciamo anche quest'anno e muovendoci attraverso le campagne riusciamo ogni giorno a trovare le persone che sono felici di poterci aiutare, di fatto, le nostre richieste appaiono come poca cosa e  facilmente esaudibili, anche se per noi rappresentano l'indispensabile per poter proseguire il cammino. E continuiamo a stupirci per la lieta accoglienza che ci aspetta, ogni giorno diversa ma carica di spontanea generosità. Mi domando se ciò è dovuto al carattere fuggente e verace che veste il nostro caravan camminante, di cui è determinante la presenza degli asini. Keld, a Tødbjerg, con un sorriso da bambino stampato sul suo viso ce lo ha detto chiaramente :"quando ho alzato lo sguardo dal lavabo, fuori dalla finestra, ho visto 2 asini! non voi". Tutto accade in una sera, domani già cammineremo via, per cui l'ospite ha questo tempo a disposizione per offrirci quello che può, noi lo ricambiamo con la presenza di due creature straordinarie, Toni e Aurora Alba, che pascolano vicino alla sua casa  e con i chilometri che abbiamo percorso.  Sovente ci ritroviamo seduti alla stessa tavola per desinare e raccontarci a vicenda della vita, mentre la lavatrice, in un'altra stanza, lava i nostri panni sporchi. Così il cammino non è solo nostra esperienza ma diventa area di condivisione.
Quest'anno il fatto che sul nostro cammino andremo ad incontrare l'Inverno porta con sé nuove incognite e nuove idee e una consapevole fiducia: è il tempo  l'entità che sostiene i nostri passi. Come vivremo logisticamente i suoi giorni non lo sappiamo, non abbiamo nessun piano. Ma camminiamo verso sud seguendo la via Asina, la via che abbiamo tracciato l'anno scorso con la semina degli alberi e anche se di tanto in tanto cambieremo strada, torneremo sicuramente ad incontrare la maggior parte degli ospiti che l'anno scorso ci hanno accolto e sono diventati nostri amici. Questo speriamo possa facilitarci nell'affrontare la stagione invernale. Intanto abbiamo smesso di usare un allarme per svegliarci, lasciando che sia il tempo della notte ad accompagnarci al risveglio mattutino. E facendo tesoro di quanto il tempo ci suggerisce abbiamo capito che la percorrenza quotidiana ideale, per il nostro caravan camminante, è di 15 chilometri, anzi meno ma non più di quelli. Dentro un giorno in cui noi 4 camminiamo una distanza di 15 chilometri c'è lo spazio per tutto quello di cui abbiamo bisogno. C'è lo spazio per gli uomini e c'è lo spazio per gli animali, c'è lo spazio per affrontare gli ostacoli e per incontrare le persone lungo la strada. Dopo 15 chilometri camminati ad andatura d'asino abbiamo ancora spazio ed energie sufficienti per prenderci cura della socialità e dedicarci al dialogo con le persone che ci ospitano presso la loro casa. Ed è proprio parlando con le persone, ogni giorno diverse, che mi rendo conto che, procedere​ attraverso i giorni ad andatura d'asino, oggi, è un privilegio raro.
Un giorno che eravamo ancora in Northgyllan, ci è capitato di camminare in un sentiero sottobosco, una perfetta connessione fra 2 tratti asfaltati che sulla mappa incrociavano un chilometro più avanti. Una scorciatoia morbida e ombrosa, una gioia per gli zoccoli e per le anime. Giunti al margine del bosco, a poche decine di metri dal nuovo tratto asfaltato però, il sentiero continuava attraverso un centro di equitazione con cavalli di alto livello e cavalieri di un certo rango. Siamo stati respinti da uno di loro che non ha voluto che gli asini apparissero ai cavalli. Sembra strano ma la realtà è questa: tanti cavalli si spaventano alla vista degli asini, noi lo abbiamo imparato strada facendo e così quando arriviamo in prossimità di recinti dove pascolano cavalli siamo sempre attenti e se, come in questo caso, qualcuno sta cavalcando, uno di noi si fa avanti ad avvertire le persone del nostro arrivo. Così è stata Helena ad andare a parlare con i cavalieri che trottavano nell'arena mentre io, Toni e AuroraAlba ci siamo fermati nell'ombra dei faggi a dovuta distanza e non visibili. "Impossibile passare, gli asini devono tornare indietro!" La mia prima reazione non aveva un colore pacifico, ma Helena mi ha illuminato con un rimprovero azzeccato: "C'è sempre una ragione per ogni passo che facciamo". Ed è proprio vero. In questo senso sono certo che ogni passo è sostenuto dal suo tempo, e non si torna mai indietro, semplicemente si prosegue in un'altra direzione. A posteriori, non posso che pronunciarmi con gratitudine verso quel cavaliere il quale, quel giorno, rimandandoci indietro nel bosco, ci ha messo sulla giusta strada.
Forse raggiungeremo in tardo autunno il sud della Germania e da lì, a seconda delle condizioni meteorologiche, avanzeremo fra soste di più giorni, fermandoci là dove troveremo situazioni in cui potremo in qualche modo scambiare il vitto e il riparo per Toni e AuroraAlba e, così facendo, punteremo con prudenza, il cuore della Svizzera dove ci aspetta il Lucomagno .



2 commenti:

  1. Bella ghjurnata ,
    Avete cercatu un prublemu, cercanu un prublemu corporativu, persunale
    prudenu, prublemu di casa, prublemi di autore, prublema di studiente, prumessu di cunsolidatore,
    prublema micca pritatu, venture capital, etc. Sugete un finanziu bancariu o finanziari
    rifiutu per unu o più motivi. Sò in u locu per piglià un
    solu suldatore! Sò un finanzatu privatu, sò prestu à e imprese è
    individhii cù u prezzu di interessu minimu è u prezzu di interessu minimu di 2%.
    Cuntattate cù l'indirizzu email: albakerloanfirm@gmail.com

    RispondiElimina
  2. We offer fresh cut bank instrument for lease, such as BG, SBLC, MTN, Bank Bonds, Bank Draft, T strips and others. Leased Instruments can be obtained at minimal expense to the borrower compared to other banking options. This offer is opened to both individuals and corporate bodies.

    DESCRIPTION OF INSTRUMENTS

    1. Instrument: Funds backed Bank Guarantee(BG) ICC-600
    2. Currency : USD/EURO
    3. Age of Issue: Fresh Cut
    4. Term: One year and One day
    5. Contract Amount: United State Dollars/Euros (Buyers Face Value)
    6. Price : Buy:32%+1, Lease: 4%+2
    7. Subsequent tranches: To be mutually agreed between both parties
    8. Issuing Bank: Top RATED world banks like HSBC, Barclays, ING Dutch Bank, Llyods e.t.c
    9. Delivery Term: Pre advise MT199 or MT799 first. Followed By SWIFT MT760
    10. Payment Term: MT799 & Settlement via MT103
    11. Hard Copy: By Bank Bonded Courier


    Interested Agents,Brokers, Investors and Individual proposing international project funding should contact us for directives.We will be glad to share our working procedures with you upon request

    Name: Ardan Clooney
    Email:brandfinance33@gmail.com

    RispondiElimina